Vodka

La vodka è un distillato di cereali non invecchiato, che negli ultimi tempi ha visto il ritorno alla materia prima originale, le patate ed una declinazione ulteriore con prodotti di derivazione enologica e frutticola. Prima di addentrarci nella storia del distillato occorre definire cosa intendiamo oggi per vodka. Se pensiamo al distillato odierno, ottenuto con alte colonne a piatti, la vodka probabilmente è il distillato più recente della storia, in quanto questa tecnologia fu sviluppata solo, in maniera efficiente, dalla fine dell’Ottocento. Il russo Mendelev a tal proposito, con il suo trattato sull’alcol (si badi non sulla vodka che però, di fatto, è alcol puro alla fine della sua produzione, nella sua definizione moderna) e sull’uso delle colonne, potrebbe esserne l’iniziatore per quanto concerne questa nazione. Se invece parliamo di un distillato bianco, quindi non invecchiato e da pronto consumo, da cereali o da patate, ottenuto con alambicchi discontinui, quindi la tecnologia in essere fino all’avvento delle colonne, la storia potrebbe essere diversa. I distillati da cereali infatti appartengono a tutta la fascia nord europea dove non è possibile coltivare l’uva. A questo punto intervengono le tradizioni e le leggende. Pensiamo infatti alla recente riscoperta del Polugar (di cui si parla nel sito), considerato dai russi il progenitore della vodka…La distillazione di alcol a scopo medico sia da cereali che da vino appartiene alla farmacopea ed alla medicina, in quanto solvente per erbe e spezie. A dimostrazione di questo in Italia abbiamo il nostro Michele Savonarola, medico stimato, che alla fine del Trecento scrive il trattato sull’acquavite, ovviamente di vino, per ottenere macerati medicamentosi, le acquaviti composite, i moderni alcoliti. E’ francamente difficile stabilire a livello europeo chi sia l’iniziatore di tale pratica. Pertanto dobbiamo lavorare a livello locale, per singola nazione, cercando il Savonarola di turno. Secondo alcuni la Contadinipaternità del distillato appartiene alla Polonia, origine che è supportata da testimonianze orali e documentazioni storiche comprovate, ma la Russia reclama i natali delle prime distillerie, fondate al tempo degli Zar, interessati , come tutti i regnanti dell’epoca, a detenere il monopolio produttivo degli alcolici, fonte inesauribile di guadagni, necessari per sostenere il loro sfarzoso stile di vita a corte e le guerre.
Il nome riportato su questi documenti, ad opera di Stefan Falimirz, un erborista polacco, risalenti al 1534, era “Gorzalka” (in lingua polacca attuale si traduce in “liquore”), solo successivamente il distillato cristallino venne chiamato vodka, dalla radice “voda” ovvero “acquetta”, si dice traendo spunto da un registro doganale dell’epoca che descrisse il distillato come un liquido trasparente simile all’acqua.
Come già accade per altre tipologie produttive (Rum e Whisky) la lettura del nome, Wodka o Vodka, identifica la sua origine: la “W” classifica il prodotto come appartenente alla scuola polacca e la distingue dai distillati di provenienza russi e delle altre nazioni che utilizzano il termine Vodka.

La nostra selezione di Vodka:

Non trovi la Vodka giusta per te? Non ti allarmare. Chiamaci allo 095 678 30 70 o al 345 511 53 41

2022 Phil Drink S.r.l. P.IVA: IT05638860873 | Privacy & Cookie Policy | Developer